UNA PESCA COL PANE

UNA PESCA COL PANE


C’erano lì fiori bianchissimi che così lucenti io non li ho visti più. Seduti al sole noi due a stancarci d’amore. Amore mio, amore mio, è tutto come voglio io.
A volte poi da un contadino di lì tu mi compravi un po’ di pane, una pesca. Mangiavo in fretta per non sprecare più tempo. Amore mio, amore mio, è tutto come voglio io.
C’erano lì fiori sul fiume che mai fu così chiaro “Amore ho voglia di bere”. Toccavi l’acqua “Amore non è molto fredda”. Amore mio, amore mio, è tutto come voglio io.
In assoluto direi di credere in poche cose ma una di queste sei certamente tu.
Quando stai via ti piace pensarmi così. Eccomi adesso io canto, ma forse dormo. “Ciao, mi hai svegliata!” “Mi va una pesca col pane”. Amore mio, amore mio, è tutto come voglio io. Amore mio, amore mio, è tutto come voglio io. Amore mio, amore mio, è tutto come voglio io.


Patty Pravo- INEDITI 72/78

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...