OLTRE LA COLLINA

OLTRE LA COLLINA




Tutto rimane là,

dietro la collina,

tutto rimane là.

La mia verginità se la prese il

mare, le mie lacrime durarono

tanto a lungo che finirono per

seccarsi.

La mia fede la persi e poi la

ritrovai, e poi la persi ancora,

un milione di volte.

La mia speranza diventò ben

presto un’abitudine, i miei sogni

furono le mie ossessioni, la mia

prigione fu la mia casa, le mie

fughe arrivarono solo dietro

l’angolo, i miei baci vennero

insudiciati dal primo venuto

La mia vita e la mia morte si

sposarono e insieme mi uccisero.

Ora tutto questo è là

dietro la collina, tutto rimane là

pronto a risucchiarmi indietro, a

trascinarmi con sé nel buio, nel

silenzio, nel marmo.

E io fuggo, correndo,

camminando, zoppicando,

strisciando per terra, io fuggo per

cercare disperatamente un amore.

Un amore mio, un amore magari

felice oppure, oppure infelice,

ma sì, tanto è lo stesso.

Mi basta solo che sia un amore




Da un testo di Mia Martini

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...